La Stanza Segreta

Deve esserci una stanza segreta

nella tua casa d’amore

dove poterti isolare ogni tanto

lasciando scorrere pensieri e riflessioni.

Dove poter serbare i gioielli

di molte esperienze anche soltanto sfiorate.

Dove poter spazzare via la polvere

dalla libreria di tutti i tuoi sogni mai letti

e rievocare memorie prigioniere, sottomesse

ma non mai dimenticate.

Dove ogni giorno del calendario della tua vita

è diventato un cassetto arrugginito

che solo tu hai la chiave per aprire

e guardare indietro alle volte e ai luoghi

che sono stati persi in amore e comprensione.

Una stanza di insoddisfatta nostalgia

con quattro orizzonti aperti e senza fine

al posto delle sue quattro mura

con un soffitto così inconsistente

da permetterti di toccare il cielo

e invitare un gruppo di stelle

a restare a cena con te.

Cosicché lasciando questa stanza, 

sarai di nuovo lo straniero improvviso

dal tocco gentile e i luminosi occhi

che il tuo vero amore ha sempre saputo che eri,

e ancora una volta potrai presentare

il più prezioso e affascinante dono

che avrai mai la possibilità di offrire.

Quello che si conosce, sconosciuto,

da conoscere ancora.

ennio forina  3 agosto 2015

Advertisements

3 thoughts on “La Stanza Segreta

  1. mi hai commossa perchè riportata al mio solito bisogno di rannicchiarmi in quella stanza, al buio,nel silenzio tra i ricordi più cari, forse più dolenti perchè irrimediabilmente perduti, ma sanno ancora emozionarmi con la loro tenerezza. Grazie Ennio.

    1. Grazie a te, come sempre ti ho detto, i tuoi commenti sono come delle piccole luci che segnano la strada al viandante di notte…mentre stavo scrivendo il primo libro mi sono reso conto che non riuscivo a concentrarmi perché stavo elaborando riflessioni e dati su quell’altro, dell’evoluzione. così giorni fa, al ristorante, alla fine del pranzo solitario e davanti a una tazzina di caffè, ho scritto e scritto preso da un furioso “flow-state” la parte centrale e più significativa della mia teoria. Ora devo mettere le parti insieme, inserire il capitolo sulle simbiosi, rivedere il tutto e scegliere l’editore. I tuoi ricordi non sono perduti, sono la vera ricchezza…e guarda un po’ questo concetto riguarda molto il nucleo del primo libro che ho temporaneamente messo da parte, ma anche quello è in fase avanzata di conclusione.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s